Viaggio a Capo Nord: Day 3 – Tra tombe, vichinghi e castelli

Lunedì 15 Luglio
Day 03

La mattinata inizia al meglio, con una sveglia cantata dagli uccellini e un favoloso sole che illumina tutto il campeggio!
Per fortuna le previsioni consultate dalla ragazza alla reception avevano ragione, questa notte non è piovuta nemmeno una goccia! In cielo c’è ancora qualche nuvola ma non sembra minacciosa.

D0301

Camping a Trelleborg (Svezia)

Raccolgo le mie cose con tutta calma e vado a fare colazione al distributore Shell di ieri, dove avevo visto delle succulente torte alla cannella con le noci…
Riparto quindi in direzione di Ystad, dove la Lonely Planet segnala una delle più intriganti attrazioni della regione: piena dello stesso mistero dello Stonehenge inglese ma senza la stessa calca di turisti.
Sono solo 60 chilometri e la strada scorre tranquilla, senza traffico e senza fretta.

Arrivo in città e anche qui le indicazioni per il sito storico sono presentissime e molto chiare, riesco così a raggiungere Ales Stenar senza nessun impazzimento.
Lungo la strada, ad un paio di chilometri dall’attrazione, trovo un parcheggio che però è già colmo di auto! Due gentilissimi addetti mi indicano che in moto posso proseguire, in quanto potrò parcheggiare nel porticciolo a poche centinaia di metri dal sito.

Arrivato sul posto devo comunque spogliarmi di tutto l’abbigliamento da moto, in quanto è una calda giornata con 20-22° e la strada per arrivare sul sito è in salita. La camminata è molto piacevole e contornata di cartelli illustranti la storia del reperto… E una volta arrivati su, lo spettacolo è semplicemente… impagabile!

D0303

Sito di Ales Stenar, Ystad (Svezia)

La guida segnala questa attrazione come “rovine”. In realtà, secondo gli studi svolti, dovrebbe trattarsi di una tomba vichinga, o meglio, una serie di tombe vichinghe. Realizzata a forma di nave, per agevolare il trasporto delle anime nell’aldilà, sotto ogni pietra dovrebbe riposare il corpo di un guerriero. Il sito non è stato scavato.
Molti interessanti poi gli studi effettuati riguardo i giochi di luce che si creano tra le pietre all’alba e al tramonto, sia durante i solstizi d’estate e d’inverno, sia durante gli equinozi di primavera e autunno.

Il tema della nave nella sepoltura dei morti è ricorrente in tutta la cultura Scandinava. Siti di questo genere sono presenti sia in Svezia che in Norvegia, forse anche in Danimarca. Trovo molto interessante l’analogia con noi viaggiatori e i mezzi che utilizziamo durante tutta la nostra vita.

Terminata la passeggiata, faccio ritorno verso il porticciolo. Sono presenti diverse bancarelle e cerco qualcosa da mangiare per pranzo, ma costa tutto veramente troppo, e poi non c’è fretta. Scatto una foto e riparto.Watch movie online Get Out (2017)

D0305

Sito di Ales Stenar, Ystad (Svezia)

Trova l’intruso… 🙂

Riparto, direzione Nord-Est. Opto per arrivare a Karlskrona, dove pare ci sia una bella fortezza vichinga, per decidere successivamente se fermarmi lì o continuare.
Arrivo in città che è ancora presto, così decido di continuare verso Kalmar: anche qui pare ci sia un bel castello, e per domattina sarei pronto per visitare l’isoletta di Oland, con i suoi castelli e mulini a vento.

E così tiro dritto, fermandomi giusto per un veloce panino con salame svedese, al riparo dal vento dentro una bella fermata dell’autobus in vetro.
Di fronte a me, una bellissima chiesa in stile Scandinavo.

D0306

Sulla strada verso Kalmar (Svezia)

Nonostante stia costeggiando la costa, la strada è piuttosto piatta e noiosa, con una carreggiata a tre corsie che si alternano: in salita si hanno due corsie, in discesa una, in base al senso di marcia. Questo spezza molto il ritmo dell’itinerario, costringendomi spesso a seguire lentamente i camper in discesa e rendendo il tutto piuttosto stancante.

Ma ecco che finalmente arrivo a Kalmar, e mi sto già abituando a trovare subito i punti di maggiore attrazione, grazie alle onnipresenti indicazioni!
Trovo un campeggio a pochi chilometri dal castello, entro e la tariffa è un po’ cara (24€ + 18€ per la tessera dei campeggi svedesi, che ieri, nell’altro campeggio, non mi hanno chiesto).
Via, cambio di programma di nuovo! È presto e mi sposto sull’isolotto di Oland, visiterò il castello di Kalmar domani mattina…

Borgholm dista solo una quarantina di chilometri, ma impiego circa un’oretta per arrivarci, causa una particolare carattestica dell’isola: grazie alla sua forma è posizione, qui il vento tira con forte costanza, facendo sì che nei secoli scorsi si sia riempita di piccoli mulini a vento (senza che questo c’entri con il nome dell’isola :happy: )
Ormai inutilizzati, molti di questi sono stati restaurati e ridisposti come abbellimento di strade e giardini. L’intera isola ne è piena!

D0308

Mulini a Oland (Svezia)

E per fortuna, aggiungerei…
Sì, perchè raggiungo le rovine del castello di Borgholm, che si presentano più come un condominio cui è crollato il tetto, senza alcun punto informazioni, e senza la minima cura del reperto.

D0311

Castello di Borgholm, Isola di Oland (Svezia)

Vicino alle rovine sono presenti diversi pascoli per le vacche… Libere di scavalcare il recinto, ho incrociato alcune di queste anche nel sentiero intorno al castello! Oltre ai loro voluminosi e puzzolenti ricordini…

D0312

Dintorni del castello di Borgholm, Isola di Oland (Svezia)

La mia visita dell’isola di Oland è già finita, faccio quindi rientro verso Kalmar facendo un giretto dell’isololotto: nelle stradine secondarie sono presenti mulini ancora più belli!
Oltre ad un sito, chiuso durante la sera, dove sono presenti altre tombe vichinge come quella di Ales Stenar, seppur di minori dimensioni.
Ovunque sono presenti dei cartelli per spiegare la storia dei vari siti incrociabili lungo la strada.

D0309

Kalmar (Svezia)

Supero il lungo ponte che collega l’isola alla terraferma… Il tempo è grigio ma non sembra minaccioso, torno così nel campeggio di prima per sistemarmi.

Alla fine, la tessera dei campeggi è da fare, in quanto mi dicono sia stata un’eccezione che, nel campeggio di ieri, non me l’abbiano chiesta.
Una volta sistematomi e montata la tenda vedo che c’è ancora una buona luce, e ne approfitto per andare a vedere il castello; ovviamente è già chiuso, ma mi accontento di dare un’occhiata da fuori. È contornato da un parco molto bello e mi faccio una rilassante passeggiata.

D0310

Castello di Kalmar (Svezia)

Sono le 21 e la luce inizia a scendere… Vado a farmi una doccia e a mangiare la scatoletta di ravioli al sugo comprata ieri da SevenEleven per circa 4€, da scaldare nel microonde… Dopo questa esperienza, oltre alla bistecca surgelata, decido che da domani inizio a cercarmi qualcosa di meglio da mangiare, potendo sfruttare le cucine ben fornite presenti nei camping e la gavetta in alluminio comprata al Decathlon!

Continua: Nordkapp 2013: Day 4 – In tenda sul lago

————————
Riepilogo – Day 3 – 15 Luglio 2013
Distanza percorsa: 496 km
Spese:
Rifornimenti: 43.70€ (1.71 €/lt)
Pasti: 10.30 €
Pernotto: 24.00 € (+18€ per tessera campeggi Svezia)

D0300

Viaggio in moto a Capo Nord
Mappa – Day 03

Comments

comments